HomeArteUn confronto su Vendicari, la Raffineria e la spiaggia della Spinazza di Marzamemi

Un confronto su Vendicari, la Raffineria e la spiaggia della Spinazza di Marzamemi

La presentazione del libro “Val di Noto, il mancato disastro di Vendicari e
Marzamemi”, promossa dalla sezione di Siracusa di Italia Nostra, è stata
l’occasione per un confronto su temi che riguardano non solo il passato della
nostra provincia ma anche il futuro di questa terra.
L’incontro è stato introdotto dalla presidente Liliana Gissara, che ha sottolineato
come gli autori Salvo Sorbello e Corrado Bonfanti abbiano ricostruito, in
maniera lineare e documentata, vicende di cui si ha ormai scarsa memoria.
Bonfanti e Sorbello hanno da parte loro messo in evidenza come il loro intento
sia stato proprio quello di evitare che del tentativo dell’Isab di insediare una
raffineria proprio nel cuore dell’oasi di Vendicari o delle trivellazioni petrolifere
nei pressi della spiaggia della Spinazza di Marzamemi si perdano le tracce e si
dimentichi che la popolazione allora si battè in maniera compatta a favore di
questi interventi che, ai nostri giorni, appaiono improponibili.
“Stiamo parlando di tempi in cui si guardava più alla tutela del paesaggio
piuttosto che della salute e dell’ambiente, dell’ecologia – ha sottolineato a sua
volta il presidente di Confindustria Siracusa, l’ing. Diego Bivona – Imprenditori
che avevano pensato di impiantare la raffineria, prima che a Vendicari, a San
Vito lo Capo erano evidentemente figli di quell’epoca, perché quei posti sono
ora assolutamente impensabili”.
Da parte loro Salvo Sorbello e Corrado Bonfanti hanno sottolineato come il
territorio di Noto, il primo Comune in Sicilia per estensione territoriale e il
quarto in tutto il territorio nazionale, fu cinquant’anni fa circa teatro di alcuni
eventi che avrebbero potuto stravolgere non solo la storia dei luoghi
direttamente interessati ma quella dell’intera Sicilia.
Prima le trivellazioni petrolifere nel cuore di Marzamemi, poi il tentativo
dell’Isab, che, dopo aver ricevuto un netto rifiuto nel trapanese, mise nel mirino
la zona di Vendicari. Gli autori hanno inteso trasmettere alle nuove generazioni
non solo uno spaccato di vicende molto traumatiche, ma anche un monito per
evitare che possano ripetersi nel futuro.

Pachino: l'ampliamen
OPERAZIONE “BANDA

camnewsinfo@gmail.com

Valuta quest'articolo:
NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO