_
pubbl
Studio Tossani Patrizia rigeneral_world Onoranze Funebri Giorgio Di Gabriele nastasi Idrosanitari Misseri tiche chiccolandia Hotel Celeste opticale

Torna alla lista delle news


Pubblicità


I 5 stelle chiedono ai sindaci di Noto e Pachino il futuro della linea ferroviaria.

Comunicato stampa a firma dei deputati ARS Maria Marzana e Stefano Zito.

Pubblicato il 26/09/2017

I 5 stelle chiedono ai sindaci di Noto e Pachino il futuro della linea ferroviaria.

A fronte della legge n.128 del 9 Agosto 2017 che prevede l’istituzione di 18 ferrovie turistiche in Italia di cui 4 in Sicilia, tra le quali anche la ferrovia Noto-Pachino. Il M5S a firma dei deputati Maria Marzana e Stefano Zito chiedono rispettivamente ai Sindaci di Noto e Pachino quali iniziative intendono prendere affinché la legge n.128 venga attuata. Le due amministrazioni, dopo la concessione in comodato d’uso della tratta in questione, hanno iniziato, attraverso l’incarico al Dipartimento di Architettura e progetto della Sapienza Università di Roma, uno studio per la trasformazione della stessa in “pista ciclabile” mentre la legge in questione destina la tratta a “ferrovia turistica”, escludendo quindi il suo utilizzo sia come pista ciclabile o per qualsiasi uso alternativo, progetto sul quale dovrà esprimersi anche la Regione Sicilia. Il M5S ritiene pertanto doveroso da parte dei Comuni di Noto e Pachino rendere pubblico quali decisioni intendano prendere per adeguare le iniziative prese alle nuove disposizioni di legge. I Meetup di Noto e Pachino intendono quindi necessario un ampio coinvolgimento delle due comunità al fine di intraprendere ed individuare le scelte più efficaci per lo sviluppo ed il rilancio del nostro territorio per rivalutare un patrimonio dimenticato che potrebbe diventare un'importante risorsa di sviluppo per l’economia regionale, un efficace strumento di valorizzazione del nostro territorio, sostenibile sia dal punto di vista ambientale che economico, oltre che un importante impulso al turismo per cogliere la vera essenza della Sicilia, ancora custodita nei nostri territori.


Torna alla lista delle news


Pubblicità