_
pubbl
opticale Studio Tossani Patrizia rigeneral_world Onoranze Funebri Giorgio Di Gabriele nastasi Idrosanitari Misseri tiche chiccolandia Hotel Celeste

Torna alla lista delle news


Pubblicità


Niente pane fresco di domenica, anche a Pachino.

E' stato deciso il 12 settembre scorso, multe fino a 9.000 euro per i trasgressori e sequestro della merce.

Pubblicato il 28/11/2017

Niente pane fresco di domenica, anche a Pachino.

STOP al pane fresco la domenica. Lo stabilisce un decreto dell’Assessorato Regionale per le attività produttive sulle “Disposizioni relative all’attività di panificazione”, approvato dalla delibera di Giunta Regionale del 12 settembre 2017, ai tempi del Governo Crocetta per intenderci. Il decreto, entrato in vigore il 20 novembre, è finalizzato a disciplinare la vendita, gli orari e i requisiti professionali, inerenti l’attività di panificazione, prevedendo, altresì, dei limiti alla stessa attività al fine di garantire il riposo, la salute e i diritti dei lavoratori, individuando il regime di chiusura domenicale e festiva e un regime di turnazione in caso di più festività consecutive. Chiunque panifichi e/o venda pane in violazione della normativa comunitaria, nazionale o regionale è soggetto al sequestro della merce, oltre alla sanzione amministrativa prevista per l’esercizio abusivo dell’attività che può arrivare fino a euro 9.000 in caso di accertamento di recidiva. Ma il decreto prevede anche una deroga, al comma 4 si legge infatti: “Il sindaco, sentite le organizzazioni di categoria provinciali, firmatarie di contratti collettivi nazionali di lavoro, e le associazioni dei consumatori, garantisce la turnazione delle aperture delle attività di panificazione nelle domeniche e nei giorni festivi, anche in base alle esigenze e alle peculiari caratteristiche del territorio.”


Torna alla lista delle news


Pubblicità