_
Poliambulatorio Medicina Fisica
Studio Tossani Patrizia Vendicari Holiday Casa vacanze
opticale mordi_e_gusta
rigeneral_world baywatch
Hotel Celeste

Torna alla lista delle news


Pubblicità


A caldo, sul voto di domenica. Con uno sguardo a Pachino.

Analisi di Rinascita sulla situazione politica locale dopo il voto del 4 marzo.

Pubblicato il 06/03/2018

A caldo, sul voto di domenica. Con uno sguardo a Pachino.

In quella che, senza giri di parole, va considerata una sconfitta (poichè, in politica, non raggiungere l’obiettivo è sempre una sconfitta), non mancano dati in grado di sollecitare una riflessione a caldo che, naturalmente, va completata col contributo di tutti e dovrà essere ripresa fra qualche giorno. La sconfitta è stata durissima, inutile negarlo. Così come è del tutto inutile stare a disquisire sul voto di protesta, sulla consapevolezza o meno dell’elettorato, sul vento di antipolitica che soffiava su queste elezioni: tutti fatti noti prima di cui, ovviamente, abbiamo tenuto conto anche quando abbiamo scelto di scendere in campo a sostegno di Forza Italia e del centro destra, senza tirarci indietro. La volontà popolare è questa e va accettata: per questo auguriamo non tanto alla riconfermata On. Marzana (che, da regola aurea pentastellata, non potrà ripresentarsi la volta prossima ancora), quanto a noi stessi, che Ella sappia fare un po’ di più per la sua terra di quanto portato a casa nell’ultimo giro. Potrebbe avere il Governo nazionale dalla sua (ma non è detto) e, peraltro, neanche questa eventualità -conoscendo i meccanismi programmatici e ‘operativi’, diciamo così, del grillismo- fornisce garanzie di ricadute consistenti sul territorio. A meno di considerare tali i 1.680,00 euri mensili del reddito di cittadinanza... In questo momento ci preme solo segnalare un dato, riservandoci di trarne qualche conseguenza. Nella valanga che, nel Collegio di Avola, ha dato al Mov. 5Stelle il 52,76 % dei voti (la lista ha avuto il 53,39%), Pachino è un dato a parte. Sappiamo infatti che, a parte Portopalo di Capo Passero, dove il Centrodestra ha staccato i grillini di trecento voti, a Pachino la differenza fra i nuovi padroni del Sud e lo stesso Centro destra è di appena 37 voti. (3.941 contro 3.904). Il centro destra pachinese, al quale abbiamo apertamente voluto dare una mano, non ha subìto l’emorragia che altrove è stata marcatissima, persino rispetto alle recentissime regionali, ed ha raggiunto il 43,10 %, mentre altrove non riusciti ad approcciare neanche il 30,00%. E’ una soddisfazione, della quale -ovviamente- non possiamo nè vogliamo assumerci tutto il merito, da condividere con gli altri compagni di viaggio, ma per la quale vogliamo ringraziare di cuore gli elettori. Una soddisfazione che comunque ci ripaga, umanamente parlando, di tutti gli insulti e le allusioni di cui siamo stati fatti oggetto per esserci schierati, mettendoci la faccia e a viso aperto, con le nostre conoscenze e la nostra capacità di ragionare politicamente. Ci eravamo ripromessi, infatti, di fare esattamente la campagna elettorale che abbiamo fatto: qualcuno -ci piace pensarlo- deve averla apprezzata. E per questo sentiamo doveroso il nostro grazie. Per il Coordinamento, Avv. Sebastiano Mallia.


Torna alla lista delle news


Pubblicità