_
PachinoCamNews
rigeneral_world baywatch
Hotel Celeste opticale
panificio_migliore2 SORTINO_DOTTORE
Studio Tossani Patrizia

Torna alla lista delle news


Pubblicità


Randagismo a Pachino: interviene l'Assessore Baglivo dopo il morso in piazza.

A giorni partirà una forte campagna di sensibilizzazione e uno stallo provvisorio.

Pubblicato il 12/03/2018

Randagismo a Pachino: interviene l'Assessore Baglivo dopo il morso in piazza.

Quanti cani randagi sono presenti nel territorio di Pachino e Marzamemi? Troppi, i casi di segnalazioni presso la Polizia Municipale di Pachino sono molto frequenti, ma è anche vero che parecchi sono i proprietari di quadrupedi lasciati "liberi" e senza museruola. Giorni fa proprio sulla pagina Facebook di PcN fu pubblicato un video che raccontava la presenza di 4 cani in pieno centro storico, uno di questi era dotato di collare colore blu. Tuttavia dal documento filmato non era possibile asserire con certezza se si trattava di randagi o meno. Intanto dopo poche ore dalla pubblicazione del video, proprio quel cane di grossa taglia sferrava un morso alla gamba di un cittadino pachinese in sella al suo ciclomotore. Foto su Facebook del profilo personale dello sfortunato e sfilza di commenti: chi additiva la responsabilità al Comune, chi dava la colpa addirittura alla vittima del morso, chi difendeva i "poveri" cagnolini"... insomma ognuno diceva la sua. Oggi con un comunicato stampa ufficiale si fa chiarezza sulla storia e si prendono seri provvedimenti sull'annosa questione randagismo a Pachino. «L’amministrazione ha avviato un giro di vite per contrastare il randagismo: a breve partiranno uno stallo provvisorio, una campagna di sensibilizzazione e scatteranno anche i controlli da parte della polizia municipale». Ad annunciarlo è l’assessore al Welfare e alla Sanità, Santina Baglivo. Con i tempi burocratici necessari – ha continuato Santina Baglivo – e nel rispetto delle norme, sarà attivato uno stallo provvisorio per i randagi (e in sinergia con il servizio veterinario dell’Asp verrà anche istituita una squadra per la cattura degli animali) in attesa che venga concluso l’iter per la costruzione del canile municipale, che è una delle opere in cantiere. In una seconda fase disporremo dei controlli a cura degli agenti della polizia municipale». «Inoltre desidero esprimere piena solidarietà alla vittima dell’aggressione da parte di tutta l’amministrazione comunale. Mi corre l’obbligo di precisare che il cane in questione non è un randagio ma risulta regolarmente microchippato e sterilizzato dal Comune e affidato ad una famiglia, così come previsto dalla normativa. L’animale al momento è sotto osservazione, come previsto dai protocolli sanitari, da parte del servizio veterinario dell’Asp».


Torna alla lista delle news


Pubblicità