_
PachinoCamNews
pablo Adelfio
Hotel Celeste solar energy
opticale SORTINO_DOTTORE
Studio Tossani Patrizia rigeneral_world
baywatch

Torna alla lista delle news


Pubblicità


CambiaMenti invita il Sindaco a dimettersi per evitare ennesimi guai da quelli già fatti.

Il Verbale 48 del Collegio dei Revisori rileva alcune criticità, probabile dissesto finanziario per Pachino.

Pubblicato il 02/11/2018

CambiaMenti invita il Sindaco a dimettersi per evitare ennesimi guai da quelli già fatti.

L’ennesima doccia fredda per la città arriva dalla lettura del Verbale del Collegio dei Revisori n. 48 trasmesso il 29.10.2018. I revisori hanno esaminato il Conto Consuntivo 2017 e hanno accertato un buco di ben 7,5 milioni di euro nel bilancio. Ancora una volta le parole del Sindaco circa il risanamento dei conti dell’ente sono risultate parole vuote. La cosa più grave che emerge dal rendiconto di gestione è che sono aumentati i parametri previsti dalla legge per certificare lo stato di ente strutturalmente deficitario, che sono passati, secondo quanto scritto dal Collegio dei Revisori, da 4 a 7: Il Comune si regge solo grazie all’anticipazione di cassa erogata dalla Banca di Credito Cooperativo di Pachino, tesoriere del Comune. In questi anni l’amministrazione Bruno non solo non ha invertito il trend negativo delle finanze pubbliche, ma lo ha appesantito ulteriormente accumulando nuovi debiti. Nessun intervento strutturale risulta posto in essere in tema aumento della riscossione e contenimento della spesa. Questo stato di cose rende sempre più concreto il rischio di default del Comune di Pachino, anche perché ad oggi, a oltre un anno di distanza, nulla si sa sull’esito del piano di riequilibrio approvato dalla maggioranza. Ancora una volta ci troviamo di fronte a dati di fatto che confermano l’assoluta incapacità di questa amministrazione di governare la città. Stando così le cose possiamo solo augurare alla città che l’amministrazione Bruno finisca anticipatamente il suo mandato onde evitare che aggiunga altri guai a quelli già fatti.Il Direttivo e i Consiglieri di CambiaMenti.


Torna alla lista delle news


Pubblicità