_
PachinoCamNews
Studio Tossani Patrizia rigeneral_world
baywatch pablo
Adelfio Hotel Celeste
solar energy opticale
SORTINO_DOTTORE

Torna alla lista delle news


Pubblicità


Incendio alla Dusty: per Salvatore Bosco annullata la custodia cautelare in carcere.

Comunicato a firma delll'avvocato difensore Giuseppe Gurrieri.

Pubblicato il 26/11/2018

Incendio alla Dusty: per Salvatore Bosco annullata la custodia cautelare in carcere.

La Prima Sezione Penale del Corte di Cassazione, all'esito dell'udienza camerale tenutasi nella giornata di ieri, ha annullato con rinvio al Tribunale del Riesame di Catania, l'ordinanza di custodia cautelare in carcere per BOSCO SALVATORE, accusato di danneggiamento seguito da incendio, con l'aggravante di avere favorito il clan mafioso Cappello di Catania. Si tratta dell'incendio di un auto-compattatore per rifiuti, di proprietà della società DUSTY, che fu dato alle fiamme nel mese di gennaio 2016 mentre si trovava parcheggiato all'interno dell'autorimessa di Pachino in contrada Cozzi. Nel mese di luglio fu eseguito l'arresto del giovane pachinese Salvatore Bosco (cl. 1985), ad oggi detenuto presso la casa circondariale "Bicocca" di Catania, unitamente ad altri 18 soggetti, tutti coinvolti nell'operazione denominata "Araba Fenice" sotto la direzione della DDA di Catania che ad oggi ha notificato l'avviso di conclusione delle indagini preliminari a tutti e trenta gli indagati e dato seguito alle richieste di interrogatorio di alcuni degli arrestati che ne hanno fatto istanza. Nei prossimi giorni si conosceranno le motivazioni dell'annullamento e gli atti saranno inviati per nuovo esame al Tribunale del Riesame di Catania che dovrà decidere entro dieci giorni secondo le indicazioni della Corte di Cassazione. Foto a scopo illustrativo.


Torna alla lista delle news


Pubblicità