La Messa in memoria di Vincenzo Cancemi, tecnico di Pachino: dopo un anno nessuna risposta sulla sua morte misteriosa

1808

Il 28 aprile 2023 ore 19:00 si celebrerà la Santa Messa in memoria di Vincenzo Cancemi, il tecnico professionista di Pachino che si occupava di riparazione di elettrodomestici, morto un anno fa in circostanze misteriose.

In questo giorno di grande tristezza, i parenti desiderano ricordarlo con una messa che si terrà nella Chiesa Parrocchiale del SS. Crocifisso, in piazza Vittorio Emanuele a Pachino.

La cerimonia sarà aperta a tutti coloro che lo hanno conosciuto e amato.

Sarà anche un’occasione per chiunque voglia stare vicino e condividere il dolore insieme alla famiglia.

Il corpo di Cancemi è stato ritrovato il 28 aprile 2022 nella sua villetta a Marzamemi. La famiglia non ha mai creduto alla versione dei fatti fornita dalle autorità. Secondo i parenti di Cancemi, ci sono molti elementi che non quadrano in questa versione dei fatti.

Il corpo di Vincenzo da un anno si trova nella cella frigorifera e aspetta di essere seppellito,

ad opporsi alla sepoltura sono stati i familiari dell’uomo convinti appunto che il decesso, sia avvenuto «in circostanze misteriose».

In primo luogo, la famiglia ritiene che l’area in cui è avvenuto il decesso non sia stata sottoposta a sequestro per garantire l’integrità della scena del crimine. Inoltre, gli ematomi presenti sul corpo del ragazzo e la vistosa ferita alla testa fanno pensare a un’altra causa di morte. Infine, il fatto che il corpo sia stato visto solo dalla fidanzata del ragazzo fa sospettare che ci sia qualcosa dietro questa vicenda.

C’è anche un’altra possibile pista investigativa: qualche mese prima della sua morte, Cancemi era stato coinvolto in una vicenda poco chiara riguardante una lettera diffamatoria che lo coinvolgeva.

La famiglia chiede giustizia e vuole che sia effettuata l’autopsia per poter discernere con sicurezza tra omicidio o suicidio e fugare ogni dubbio, fino a quel momento non ci saranno i funerali del 42enne.  Cancemi era una persona molto amata e rispettata nella sua comunità e la sua morte ha sconvolto tutti coloro che lo conoscevano.