giovedì, Maggio 30, 2024
HomeCronacaAssociazione Commercianti: "la Sindaca non ci ascolta, a causa di ciò chiuderanno...

Associazione Commercianti: “la Sindaca non ci ascolta, a causa di ciò chiuderanno molte attività”

Comunicato Stampa:

Lo scorso 22 luglio c.a , l’Associazione Commercianti e Artigiani Pachinesi, con una delegazione composta dal Presidente Salvatore Caccamo e da un membro del Direttivo Franco Casto, è stata invitata presso i locali della Casa Comunale, dal Primo Cittadino Prof.ssa Carmela Petralito, per discutere e avere delucidazioni in merito la deliberazione n.34 del 25 giugno c.a riguardante l’aumento della TARI per il 2022. All’incontro erano presenti oltre alla Sindaca, l’Assessore all’Ecologia Ing. Giuseppe Campo, il Presidente del Consiglio Comunale Sig. Franco Ristuccia ed il Dott. Giuseppe Calleri, Esperto del Primo Cittadino in materia di “Servizi finanziari e Tributi”. Obiettivo principale dell’incontro voluto dall’Associazione dei Commercianti, è stato quello di chiedere in prima istanza l’annullamento della deliberazione riportante la scelta di aumentare la Tassa sui rifiuti 2022. In seconda istanza, l’associazione dei commercianti, chiedeva di distribuire l’aumento di 750.000,00 mila euro anche sulle utenze domestiche come nel 2021, constatato che per l’anno 2022 la TARI (Tassa sui Rifiuti) ricade pesantemente sulle utenze non domestiche e quindi, nello specifico, sulle attività commerciali e artigianali presenti nel territorio di Pachino. Durante l’incontro dopo aver esposto le nostre soluzioni così come sopra descritte, ed aver tentato di negoziare e di condurre la trattativa verso una migliore soluzione rispetto alla decisione dell’amministrazione di voler aumentare la TARI, tassa che l’Amministrazione ha voluto come decisione politica. Vista la volontà politica dell’amministrazione di andare avanti senza tenere conto delle nostre richieste, anziché mostrare interesse per la categoria agevolando la ripresa del commercio anche dopo due anni di pandemia con bollette elettriche e carburante alle stelle e ora un ulteriore rincaro del 50% sulla bolletta dei rifiuti del 2023. Così facendo contribuiranno alla chiusura di tante attività.

Il Presidente Salvatore Caccamo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Advertisingspot_img

Popular posts

My favorites

I'm social

0FansLike
0FollowersFollow
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe