Home Cronaca L’Asp cambia idea: “Il Pte di Pachino non chiude”

L’Asp cambia idea: “Il Pte di Pachino non chiude”

L’ASp di Siracusa ha smentito categoricamente la notizia secondo cui il Punto di Primo Intervento (Pte) di Pachino sarebbe prossimo alla chiusura. Invece, l’ente sanitario ha annunciato che i servizi sanitari nell’area saranno rafforzati con l’apertura del Pronto Pronto Intervento (PPI) straordinario, già autorizzato dall’Assessorato regionale della Salute, in collaborazione con il Pte e la Guardia Medica.

Il responsabile del PTE 118 dell’Asp di Siracusa, Francesco Oliveri, ha chiarito che la notizia sulla possibile chiusura del Pte di Pachino era infondata e che l’azienda sanitaria sta adottando soluzioni alternative per garantire la continuità assistenziale.

Oliveri ha dichiarato: “L’Azienda Sanitaria ha provveduto ad adottare delle soluzioni alternative, nelle more dell’espletamento dei corsi compatti di formazione del Cefpas per medici di emergenza che prossimamente saranno attivati e permetteranno di dare nuova linfa ai PTE/postazioni 118”.

Riguardo all’attivazione del PPI straordinario di Pachino, Oliveri ha spiegato che l’Asp sta impegnandosi attivamente nel reclutamento di un numero sufficiente di medici per garantire i turni necessari. Sono stati pubblicati avvisi ripetuti e si è in attesa di ulteriori adesioni da parte dei medici idonei a ricoprire tali incarichi. Fino ad ora, solo un medico ha risposto all’avviso, ma si auspica che altri si uniscano per consentire l’apertura del servizio del PPI Straordinario nel più breve tempo possibile. Nel frattempo, il servizio notturno e durante i giorni festivi è comunque garantito dai medici di continuità assistenziale.

Exit mobile version