Pachino: arrestato 17enne fuggitivo, era membro di una baby gang di l’Aquila

1699

Un 17enne indagato a L’Aquila e sfuggito agli arresti il 1 marzo è stato fermato a Pachino, in provincia di Siracusa, mentre era alla guida di un’auto rubata. L’arresto del giovane ha permesso di concludere l’operazione della baby gang responsabile di rapine, furti, ricettazioni e lesioni personali, che ha portato all’arresto di altri quattro giovani.

Secondo l’inchiesta condotta dalla procura dei minori, il giovane arrestato avrebbe partecipato alla vandalizzazione delle auto a Pizzoli, in cui i membri del gruppo avrebbero rubato negli abitacoli dei veicoli. La procura dei minori ha inoltre coordinato un’altra indagine che coinvolge due giovani appena maggiorenni, ospitati nella stessa struttura, di cui uno è stato rintracciato a Bologna.

Il 17enne è stato accompagnato in un istituto di pena minorile dell’Isola in attesa dell’interrogatorio di garanzia del gip. Con l’arresto del giovane, si conclude la serie di arresti disposti dal giudice per le indagini preliminari del tribunale per i minori Roberto Ferrari, nei confronti dei cinque indagati.

La baby gang ha seminato il terrore, perpetrando atti di violenza e rubando beni altrui. L’arresto dei membri del gruppo rappresenta un importante successo delle forze dell’ordine nella lotta contro la criminalità minorile. Si auspica che questo episodio possa essere un segnale forte e chiaro nei confronti di chiunque voglia intraprendere la strada della delinquenza.